Normativa CEI 0-21

Importanti novità sono previste per le protezioni di interfaccia, per le quali le modalità di esecuzione delle prove sono riportate all’Allegato A.

Restano immutate le regolazioni per le soglie di intervento, ma viene elevata a 11.08 kW la soglia di potenza limite per il loro utilizzo.  

Per le interfacce integrate nei convertitori, in un impianto di produzione di potenza complessiva fino 11,08 kW, la funzione di autotest  diventa quindi obbligatoria qualora il sistema di interfaccia sia stato integrato nel sistema di controllo dell’inverter. 

Altra importante novità riguarda le verifiche periodiche.
Al paragrafo G5 della norma si specifica che  L’Utente attivo si impegna a mantenere efficiente il sistema di protezione generale e d’interfaccia ed a verificarne la funzionalità e la rispondenza a quanto richiesto dal Distributore relativamente alle regolazioni delle soglie d’intervento con un controllo preliminare alla connessione e, successivamente, con un controlloogni 5 anni verificando mediante cassetta prova relè tutte le funzionalità delle protezioni, incluso il tempo di apertura degli interruttori. I risultati del test con cassetta di prova dovranno essere inviati dall’Utente al Gestore in modalità elettronica come definito dal Gestore stesso.

Come previsto dai recenti aggiornamenti delle normative CEI, offriamo ai nostri Clienti il servizio di taratura e verifica sui sistemi di protezione d'interfaccia SPI per impianti di produzione connessi sia alla rete di bassa tensione che alla rete di media tensione del distributore, nonché delle protezioni generali PG sulle reti di media tensione, con l'aggiornamento del Registro di Manutenzione.

cei
SPI